• Domenico Raffaele Addamo

ASSEGNO ORDINARIO DI INVALIDITÀ

Hanno diritto all’assegno ordinario di invalidità tutti i lavoratori dipendenti, parasubordinati e autonomi, che siano iscritti all’assicurazione generale INPS e che abbiano una riduzione a meno di un terzo della capacità lavorativa e almeno 5 anni di contributi versati di cui 3 negli ultimi 5 (per fare domanda nel 2021, si dovranno avere almeno 3 anni di contributi versati dal 2017).

Le patologie dovranno essere valutate caso per caso in base all’attività svolta (anche se cessata). Chi percepisce l’assegno può tranquillamente continuare a lavorare.

Inoltre, i periodi in cui si è percepito l’assegno (in caso di assenza di lavoro), vengono considerati utili per il raggiungimento del diritto alla pensione di vecchiaia.

L’importo dell’assegno non è fisso, ma dipende dai contributi versati e potrà, comunque, essere integrato al minimo di 515 €, in caso di reddito basso.

L’Assegno ha una durata di 3 anni e dovrà essere rinnovato per ulteriori 2 volte, prima di diventare definitivo.

Il nostro Studio segue tutto il procedimento, dalla domanda amministrativa all’eventuale ricorso giudiziario.

Fissando un appuntamento conoscitivo e gratuito, valuteremo, anche con il supporto dei nostri esperti Medici, la Vostra situazione, in modo da poterVi consigliare al meglio.


138 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti